Archivio News

Archivio News

showcase_small

Vivo: showcase

1 commento

La musica di Remo Anzovino ritorna nel suo Friuli Venezia Giulia per «Vivo», il primo album live della carriera del pianista e compositore friulano, dopo il successo romano dell’appassionante reinterpretazione di «Buonanotte Rossana», ultima musica di Lelio Luttazzi, nell’esibizione al pianoforte tenuta in occasione dell’inaugurazione della mostra “Lelioswing 50 anni di storia italiana”, dedicata al grande Maestro, lo scorso 6 novembre, ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali.

Tre imperdibili appuntamenti in regione, venerdì 29 novembre a Trieste, domenica 1 dicembre a Pordenone e giovedì 5 dicembre a Udine, in cui Anzovino racconterà, dal vivo, “Vivo”, il nuovo album contenente 14 tra i migliori pezzi del suo completo repertorio e due inediti “Afrodite” e “No Smile (Buster Keaton)”, disponibile al pubblico dal 2 dicembre.
Tre incontri tra musica e parole in cui Anzovino si racconterà affidando alle inconfondibili note del suo pianoforte il compito di trasferire tutta l’immediatezza delle sue melodie, capolavori di comunicazione e immaginazione che hanno portato il suo precedente “Viaggiatore immobile” ad essere uno degli album jazz più scaricati da iTunes, al pari dei primi tre album in studio “Dispari”, “Tabù” e “Igloo”. Serate in cui le parole e la musica di Remo dialogheranno con il pubblico per scoprire, proprio insieme all’artista friulano, la nuova esperienza di “Vivo”, il nuovo album registrato all’Auditorium Parco della Musica di Roma lo scorso aprile assieme alla band che l’ha accompagnato in tournee nei principali teatri italiani, Vincenzo Vasi al theremin, glockenspiel, basso, campionatore e voce, Alberto Milani alle chitarre elettriche e Marco Anzovino alle percussioni e chitarre acustiche.

TRIESTE – VENERDì 29 NOVEMBRE, ORE 19:00
Dialogo in musica con il giornalista e critico musicale Carlo Muscatello de Il Piccolo.
Nel primo appuntamento a Trieste, venerdì 29 novembre con inizio alle ore 19, le note del pianoforte di Remo si fonderanno con la magia del Caffè San Marco, già «locale storico d’Italia» e celebre ritrovo di intellettuali. Riaperto nel mese di ottobre di quest’anno, vive un nuovo splendore ospitando anche la libreria e il centro culturale, il luogo ideale per raccontare il percorso culturale da cui nasce la produzione musicale di Anzovino.

PORDENONE – DOMENICA 1 DICEMBRE, ORE 18:00
Dialogo in musica con Lorenzo Marchiori, giornalista de Il Gazzettino.
Domenica 1 dicembre (inizio ore 18), la musica di Remo farà risuonare uno dei luoghi simbolo della cultura di Pordenone, Palazzo Montereale Mantica, sede dei più importanti eventi cittadini grazie anche al supporto della Camera di Commercio di Pordenone. Un regalo che Anzovino vuole fare alla sua città, raccontando tra musica e parole i percorsi che l’hanno portato sui grandi scenari nazionali.

UDINE – GIOVEDì 5 DICEMBRE, ORE 21:00
Dialogo in musica con Gian Paolo Polesini, giornalista del Messaggero Veneto.
Ultimo showcase, giovedì 5 dicembre alle ore 21, al Visionario di Udine, un luogo che ben rappresenta una delle sue grandi passioni, il cinema, nonché l’arte a cui la sua musica ha dato le espressioni migliori.

Ed è proprio un’autentica dichiarazione d’amore per l’attore e regista statunitense Buster Keaton, una delle icone mondiali nella storia del cinema, l’inedito “No Smile (Buster Keaton)”, il brano prescelto per il lancio di «Vivo», attualmente in rotazione radiofonica, che il pubblico ha dimostrato di accogliere positivamente perché in soli due minuti e mezzo riesce a fondere sapientemente la melodia e il ritmo del passato con i suoni del futuro. Una melodia in grado di farci sognare di essere per due minuti e mezzo anche noi protagonisti, a nostra insaputa, del film che ci troviamo a vivere. Sempre in vista del lancio del nuovo progetto discografico, da pochi giorni è stato pubblicato il nuovo sito web di Remo Anzovino (http://www.remoanzovino.it), completamente rinnovato nella veste grafica e aggiornato nelle funzionalità, elemento in grado di renderlo maggiormente fruibile nei contenuti testuali e multimediali.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

1 comment

  1. Pingback: Che cosa succede il 1° dicembre? « Arca di Naon

Have your say